La Storia

Lions Club Sondrio Host

Omologato 15 Dicembre 1956
I° Charter Night 22 Giugno 1957
Sponsor: Lions Club Como

COSTITUZIONE 

Dopo i primi cinque lustri di vita del club, scriveva Renzo Sertoli Salis: "Un gruppo di valentuomini intorno a un tavolo, anzi a una buona tavola imbandita, innaffiata da qualche bottiglia di vecchio Grumello o Sassella: e si puo costituire un Club. A maggior ragione quando i soci di questo club - come il "Lions", - a parte i loro altissimi scopi di solidarieta umana, si sogliono riunire a banchetto.

"Sponsor", o padrino, il Lions Club di Como (tutta la storia della Valtellina e sempre gravitata tra Milano, Como e Coira, ma specialmente intorno a Como, e verso Como ancora gravita oggi per la vita religiosa, non costituendo Sondrio una diocesi a sè), il Lions Club di Sondrio è stato fondato il 15 dicembre 1956.

Si dice, a volte, che i Valtellinesi manchino di iniziativa: può darsi, ma non nell'iniziativa di generare, che il Lions di Sondrio, prima ancora di essere battezzato (appunto da quello di Como), aveva già generato un altro Club: quello di Chiavenna, nella sua stessa provincia.

E così il battesimo, per Sondrio come per Chiavenna, è avvenuto con la consegna ad entrambi della Charter - o Magna Charta del Club - il 22 giugno 1957: data che va segnata, come s'intende, "albo lapillo".

Quindi il venticinquennale è stato il primo punto fermo del Club.
Poi le altre tappe, il trentennale (1987), il trentacinquennale (1993), il quarantennale (1996) e, lo scorso anno, il cinquantennale.

Il libro "LA BELLEZZA DI SERVIRE"
Lions Club Sondrio Host 1956-2006

La scelta

In occasione del Cinquantennale il Club ha deciso di dare alle stampe una specifica pubblicazione. Dopo avere discusso alcune proposte l'idea che è parsa la migliore è stata quella di non limitare all'attività del Club questo mezzo secolo alle spalle ma di intrecciarla con le vicende della comunità cittadina e, per certi versi dato il ruolo di Sondrio come capoluogo, della comunità provinciale distribuita su un arco alpino di oltre duecento km, vera e propria "Regione alpina" come ebbe a definirla il Lions d'Oro prof. Alberto Quadrio Curzio.
Ne è uscito un volume, a cura del giornalista Paolo Valenti. Coordinamento editoriale di Stefano Tirinzoni, coordinamento redazionale di Alberto Frizziero, ricerche e contributi di Flaminio Benetti, Fausto Caslini, Claudio Marcassoli, Angelo Schena oltre a Guido Margiotta che teneva moltissimo a questa pubblicazione per la quale stava operando da un paio d'anni senza poterne vedere la nascita per una prematura sorte avversa. Il progetto della copertina e grafica di Leo Guerra. Le 67 illustrazioni a colori e 42 in bianco e nero nelle 116 pagine dell'archivio del Club, dell'archivio di Paolo Valenti, di Sergio Benini, Foto Nani, Dario Martinelli, Angelo Sgualdino. Stampa della Ramponi Arti Grafiche in Sondrio. Edizione giugno 2006.

Le parti del libro

Dopo la presentazione, riportata avanti integralmente, "Un gruppo di valentuomini e la nascita del Club" - Il Lions Club Sondrio diventa Sondrio Host" - "Il Club visto da vicino". In questa sezione: "Momenti di vita associativa", "I soci", "I Presidenti", "I Services", "I Lions d'Oro".
Quindi "Gli approfondimenti". In questa sezione: "I soci fondatori", Le finalità del lionismo", Scambi giovanili e campi internazionali", "Il Telesoccorso", "Il Libro Parlato", "Il restauro della Cappella dell'Annunziata", "Le classifiche del benessere, Sondrio al top", "Sight First", "Il gemellaggio con Nazareth", "Il premio Sertoli Salis", "Le pubblicazioni". Quindi i dati, le persone, gli eventi.

La presentazione del Presidente Stefano Tirinzoni

La bellezza di servire; con questo motto il Lions Club Sondrio Host ha voluto contrassegnare l'anno lionistico 2005-2006 intendendo associare i temi della "bellezza" e del "we serve" come leitmotiv dell'anno nel quale ricorre il cinquantenario della fondazione del Club.
Tanti sono gli anni trascorsi da quando nel 1956 il farmacista Gian Antonio Tremonti si fece promotore della costituzione del primo Lions Club fra le valli dell'Adda e della Mera e tante sono le belle azioni di servizio svolte per opera del Lions a favore della citta di Sondrio e dell'intera provincia.
Il legame con il territorio e con la società civile sono sempre stati alla base dell'attività lionistica, tanto che, nel momento in cui ci siamo proposti di raccontare la storia del nostro Lions Club, ci siamo accorti che non era possibile non raccontare anche la storia della nostra citta.
Questa pubblicazione assolve al compito di ricordare la vita ed il cammino del Club e dei suoi soci nello scorcio dell'ultimo mezzo secolo, avendo cura di associarli alle vicende della vita della citta di Sondrio e della Valtellina; dunque vita del Lions Club e vita della citta si intrecciano e si completano, anche grazie all'azione dei tanti soci Lions che si sono distinti, con il loro operare nelle imprese, nelle professioni, nelle istituzioni civili e sociali, per aver partecipato alla vita della citta e per essersi assunti anche importanti incarichi nella amministrazione della cosa pubblica.
Ricostruire la storia del nostro Lions, e ben lo sanno i soci Alberto Frizziero, Angelo Schena, Claudio Marcassoli, Fausto Caslini, Flaminio Benetti e Guido Margiotta che hanno costituito la apposita commissione editoriale, non e stata impresa facile; se vi siamo riusciti il merito lo si deve in grande misura ai redattori del nostro bollettino, a Renzo Sertoli Salis ed a Giovan Battista Marcassoli, che diligentemente e con completezza, anno dopo anno, narrarono e commentarono le riunioni, le attività ed i "service" del nostro Club lasciandone in tal modo duratura memoria.
Ma se questa pubblicazione ha visto le stampe lo dobbiamo innanzitutto al Lions Guido Margiotta che la ha fortemente voluta, e che purtroppo non ha fatto a tempo a vederla conclusa, e poi al giornalista Paolo Valenti, che e autore dei testi e redattore dell'intera opera; un grazie dobbiamo anche al designer Leo Guerra, che ha ideato la bella copertina ed ha curato la impostazione grafica.
Il nostro Club ha il merito di aver introdotto e diffuso il Lionismo ed i suoi scopi in Valtellina, in Valchiavenna e nell'alto Lario e di aver patrocinato la nascita di ben sei Club: Bormio, Chiavenna, Morbegno, Tellino, Sondrio Masegra e Menaggio. I ventinove soci che fondarono il Lions Club Sondrio, e ne e buon testimonio il nostro Presidente Onorario Corrado Merizzi, ebbero dunque una felice intuizione nel credere che le idealità dell'americano Melvin Jones, che già nel 1917 sostenne che "non si può andar lontani finché non si fa qualcosa per qualcun altro", potessero applicarsi anche nelle Alpi e si impegnarono fortemente in una intensa opera di proselitismo; e cosi oggi possiamo contare su oltre duecentoventi soci Lions nella nostra provincia e cogliere i frutti di una azione diffusa ed incisiva nella nostra realtà territoriale e sociale.
Appartenere alla grande famiglia della "International Association of Lions Clubs" e per tutti noi motivo di orgoglio; sentirci in comunità di intenti con oltre un milione trecentocinquantamila soci Lions, organizzati in quarantacinquemila club, distribuiti in cento novantasette nazioni ci pone in una dimensione che rilancia il nostro localismo nella globalità del mondo intero.
Ci sentiamo, per fare l'esempio più eclatante, parte attiva di una missione di straordinaria portata planetaria come quella del "Sight First", che grazie ai fondi raccolti ed alla azione dei Lions ha consentito di prevenire la perdita della vista a oltre ventiquattro milioni di persone ed ha permesso di restituire il dono della vista ad altre quattro milioni e seicentomila persone, grazie agli interventi di cataratta.
Per non dire del " Libro Parlato Lions" una iniziativa tutta italiana che vede coinvolti i club che operano nel Bel Paese e che ha il merito di aver costituito una grande audio-biblioteca di ben settemila libri, sonorizzati su cassette, CD rom ed ora disponibili anche sul web, a disposizione gratuita dei non vedenti e finalizzata a garantire anche a questi cittadini sfortunati la possibilità di una buona lettura tramite un buon ascolto ed un accesso facilitato alla cultura.
E per venire alla dimensione locale non possiamo non rilevare come i tanti "service", che il nostro sodalizio ha sviluppato in questi cinquant'anni, non solo hanno lasciato un segno importante nella società civile e nella vita cittadina, ma hanno anche sovente costituito un momento di stimolo all'avvio ed al compimento di rilevanti iniziative a favore del nostro territorio e dei suoi abitanti; basta scorrere il lungo elenco dei "service" per notare che iniziative come il Telesoccorso, i cani guida per i non vedenti, le molte donazioni di strutture ed apparecchiature sanitarie, abbiano inciso nel campo dell'assistenza socio-sanitaria e come i molti interventi nel campo dei beni culturali, i restauri della Cappella dei dodici Apostoli e della Cappella dell'Annunziata ad esempio e di svariate altre opere d'arte pittorica e scultorea, buon ultimo l'affresco parietale della Chiesa Collegiata di Sondrio, abbiano richiamato l'attenzione della più vasta comunità sulla necessita di conservare i tesori dell'arte e della architettura, che sono testimonianza della nostra cultura e simboli della nostra identità. In tanti casi i nostri "service" si sono caratterizzati per la capacita di coinvolgimento di altre istituzioni e di enti pubblici consentendo di concentrare su iniziative concrete tanti contributi, talvolta anche piccoli, e di ottenere cosi importanti e condivisi risultati.
Riconoscere il merito dei cittadini migliori ed in parte sfatare il detto latino del "nemo propheta in patria" e il senso più profondo del Premio "Lions d'oro" con il quale si e voluto additare alla considerazione della cittadinanza quelle personalità valtellinesi che si sono particolarmente distinte per l'importanza delle iniziative e per la fama meritata e che hanno onorato in modo straordinario il nome di Sondrio e della sua provincia in Italia e nel mondo; l'Albo dei Lions d'oro conta fra i suoi iscritti personalità come, solo per citarne alcuni di quelli che non sono più fra noi, Alfredo Corti, Pierluigi Nervi, Albino Garzetti, Arturo Umberto Illia, Pasquale Saraceno, Mario Negri, Egidio Vigano, Giuseppe Fojanini, Grytzko Mascioni; valtellinesi che si sono fatti onore nel campo del valore, delle lettere, delle scienze, delle arti, della tecnica e del lavoro e che hanno sempre conservato un legame con la loro terra di origine, che, grazie al Lions, non si e dimenticata di loro.
L'attenzione a promuovere gli scritti letterari ed in particolare la poesia e un altro fiore all'occhiello del nostro Club; il Concorso biennale di letteratura intitolato al Lions Renzo Sertoli Salis, che ha già conosciuto ben cinque edizioni, vede il nostro sodalizio nel ruolo di ideatore e di promotore; una iniziativa che, oltre al merito di aver richiamato, in un epoca cosi segnata dalla materialità, l'attenzione di un vasto pubblico sull'importanza della creazione poetica, come bellezza della forma delle parole disposte in versi, ha la singolarità di essersi qualificato e distinto nello scenario dei premi internazionali di letteratura per aver promosso l'incontro dei poeti vincitori con gli studenti degli Istituti superiori valtellinesi, dando un concreto contributo alla diffusione della poesia fra i giovani.
"La bellezza di servire" e stato scelto anche come titolo della pubblicazione del cinquantennale della fondazione del Club; cercare e scoprire la bellezza in ogni cosa ed occasione significa disporsi con l'animo al positivo ed i nostri "service" si sono sempre collocati nella sfera delle azioni di bontà, nel campo del buono; come ci hanno insegnato gli antichi pensatori greci, fondatori delle radici della cultura e della civiltà occidentale, ciò che e buono e anche bello, o meglio ciò che e bello e anche buono (kalos kai agathos), e dunque questo indissolubile legame si e perpetuato nel nostro agire e si può sintetizzare nel termine "bellezza", che abbiamo voluto porre al centro di questa rievocazione, nella convinzione che la ricerca della bellezza ci potrà essere utile nell'affrontare le sfide della modernità, cosi feconda di dubbi, inquietudini ed incertezze.
L'augurio e che il nostro Lions Club Sondrio Host sia capace di dare un futuro al suo passato nel segno della continuità nella positività e che le parole che scandiscono l'acronimo LIONS, Liberty Intelligence Our Nation's Safety, siano sempre al vertice della nostra attenzione e delle nostre aspirazioni, perché gli universali valori della Liberta, dell'Intelligenza e della Sicurezza della nostra Nazione nella Pace si impongano e segnino positivamente lo scorrere delle nostre vite ed il futuro dei nostri figli.
Stefano Tirinzoni, Presidente

Da ricordare le altre pubblicazioni

- Il Notiziario, per la continuità e il progressivo arricchimento conosciuto nel corso di un trentennio, è l’iniziativa editoriale più importante assunta dal Lions Club Sondrio Host nel corso della sua attività. Ma ad esso bisogna aggiungere altre pubblicazioni, che riepiloghiamo:
- Figure valtellinesi del Risorgimento, a cura di Alfredo Martinelli.
Etimologie dialettali valellinesi di Renzo Sertoli Salis.
Angelo Giovanni Rota – Scienziato e uomo di Gian Antonio Tremonti – Bonazzi 1971.
- Interpretazione dell’uomo selvatico di Renzo Sertoli Salis.
- In Valtellina col Lions Club Sondrio di Renzo Sertoli Salis.
- Il filo rosso, breve guida della città di Sondrio – Ramponi 1992.
- Il Lions Club Sondrio Host nel quarantennale (1956-1996), autori vari – Ramponi 1996.
- La Cappella dell’Annunziata in Sondrio, a cura di Angela Dell’Oca Fiordi e Stefano Tirinzoni – Ramponi 1997.
- Poesia. Il concorso letterario Renzo Sertoli Salis, a cura di Giorgio Luzzi – Ramponi 2005.
- Notiziario, periodico del Club (il primo numero è uscito nel settembre 1976).

I SOCI FONDATORI

AZZOLA cav. dott. GINO
BITTOLO BON dott. RENZO
BONAZZI cav. rag. GIOVANNI
BONGIOVANNI dott. PIERO
BONOMO avv. SALVATORE
BRANDIMARTE rag. LUIGI
BRUNELLA geom. GUERRINO
CARBONERA nob. dott. ANTONIO
CARBONERA nob. dott. ANDREA
CARINI dott. ing. FRANCO
DEZZA dott. AMATO
GABELLA dott. VITTORIO
GHISLANZONI dott. ENRICO
GUADAGNINO dott. CARMELO
GUALTERONI cav. dott. GIOVANNI
GUICCIARDI nob. dott. ing. cav. GUISCARDO
MERIZZI nob. dott. ing. CORRADO
NEGRI per. agr. ARNALDO
PARTESANA rag. EZIO
PUNZO pittore PAOLO
ROSSI geom. TIBERIO
ROZZI dott. FRANCO
SANNA dott. IGINO
SCHIANTARELLI dott. ing. GIOVAN BATTISTA
SCHIANTARELLI dott. BATTISTA
TREMONTI dott. GIAN ANTONIO
VENOSTA nob. comm. avv. SAVERIO
VIDO dott. LODOVICO
VOLI dott. ing. GIUSEPPE

I Presidenti

Sono 57 i Presidenti che si sono avvicendati alla guida del Club, anche se qualcuno due volte. L’elenco:
1956/1958 GUISCARDO GUICCIARDI
ingegnere capo della Provincia.
1958/1959 CORRADO MERIZZI
ingegnere, libero professionista.
1959/1960 ANTONIO CARBONERA
medico, libero professionista.
1960/1961 GIAN ANTONIO TREMONTI,
farmacista.
1961/1962 GINO AZZOLA,
medico, libero professionista.
1962/1963 SALVATORE BONOMO,
avvocato, patrocinante in Cassazione.
1963/1964 GIOVANNI GUALTERONI,
medico, libero professionista.
1964/1965 CORRADO CONFALONIERI,
primario ospedaliero, libero docente.
1965/1966 VITTORIO GABELLA,
capo dell'Ispettorato Forestale.
1966/1967 RENZO SERTOLI SALIS,
scrittore, pubblicista, cattedra universitaria.
1967/1968 EDOARDO CATELLANI,
commercialista, senatore della Repubblica.
1968/1969 LORENZO CALVI,
primario ospedaliero, libero docente.
1969/1970 MARIO BURBI,
ingegnere, dirigente ENEL.
1970/1971 RENZO BITTOLO BON,
dentista, libero professionista.
1971/1972 FRANCO CARINI,
ingegnere, industriale.
1972/1973 ROMEO POLLINI,
ingegnere, dirigente ENEL.
1973/1974 FERNANDO ANDREASSI,
primario ospedaliero, libero professionista.
1974/1975 AMEDEO LEONE,
notaio.
1975/1976 PIETRO CISI,
agente generale assicurazioni.
1976/1977 SAVERIO VENOSTA,
avvocato, libero professionista.
1977/1978 ALDO VACCARI,
ingegnere capo dei Comune di Sondrio.
1978/1979 GIAN BATTISTA MARCASSOLI,
insegnante e preside.
1979/1980 SANDRO DIANI,
direttore di banca.
1980-1981 SANTINO MAINOLI,
primario ospedaliero, libero docente.
1981/1982 ATTILIO RAMPONI,
artigiano grafico, perito industriale.
1982/1983 EUDO DORDI,
perito industriale, dirigente SIP.
1983/1984 ALBERTO BONINI,
dirigente industriale.
1984/1985 MARIO ERBA,
ingegnere, libero professionista.
1985/1986 ELIO INSALACO,
intendente di finanza.
1986-1987 SAVERIO VENOSTA,
avvocato, libero professionista.
1987/1988 FLAMINIO BENETTI,
ingegnere, libero professionista.
1988/1989 ETTORE COLOMBERA,
agente Agip Petroli.
1989/1990 GUIDO MARGIOTTA,
colonnello della Guardia di Finanza.
1990/1991 ADRIANO CAMPODONI,
dirigente regionale.
1991/1992 ALESSANDRO CANTON,
medico, dentista.
1992/1993 ATTILIO RAMPONI,
imprenditore grafico, perito industriale.
1993/1994 GIULIO CARUGO,
medico primario.
1994/1995 GIULIO CARUGO,
medico primario.
1995/1996 ALBERTO FRIZZIERO,
direttore di giornale.
1996/1997 ANGELO SCHENA
avvocato, libero professionista.
1997/1998 MARCO LEONE
Medico, dentista.
1998/1999 FAUSTO CASLINI
direttore di banca in pensione.
1999/2000 MARCO BONOMO
avvocato, libero professionista.
2000/2001 GABRIELE BOLOGNINI
avvocato, libero professionista.
2001/2002 LUCIANO COLOMBERA
dirigente
2002/2003 CLAUDIO MARCASSOLI
psichiatra
2003/2004 GUIDO VISINI
imprenditore
2004/2005 GIUSEPPE TARABINI
avvocato, Libero professionista
2005/2006 STEFANO TIRINZONI
architetto
2006/2007 SIMON PIETRO PICCENI
dirigente scolastico
2007/2008 MASSIMO MOLTONI
Ingegnere
2008/2009 ERVINIO STURANI
Dirigente Regionale
2009/2010 GABRIELE ANTONIOLI
Bancario, storico
2010/2011 GINO GIUDICI
Dirigente bancario
2011/2012 AGNESE BRESESTI
Insegnante
2012/2013 PAOLO BARONI
Dirigente regionale
2013/2014 CARMINE GRIMALDI
Medico Ortopedico


Tutti i Soci dalla costituzione ad oggi

Sono 213 coloro che sono o sono stati soci del Club (al 2013). Taluni sono usciti perlopiù per trasferimento di sede, mentre per altri purtroppo la ruota del tempo ha concluso, anche prematuramente, il suo giro. A loro il nostro commosso ricordo.

CONTRIBUTO ALLA COMUNITA’.
Da sottolineare il rilevante contributo dato dai Lions Sondrio Host alla vita della comunità. Nell’elenco che segue, oltre, per quanto concerne il Lions, due Governatori, si trovano infatti il Vicepresidente Vicario del Senato, altri due senatori, un deputato, un consigliere regionale, tre Sindaci di Sondrio, un Presidente e un Vicepresidente della Provincia, Presidenti della Camera di Commercio, del BIM, dell’Ente Provinciale per il Turismo, dell’Azienda di Promozione Turistica provinciale, del Consorzio Provinciale Trasporti, della Comunità Montana unica di Valtellina, della Comunità Montana di Sondrio, della SECAM, dell’Azienda Servizi Municipalizzati di Sondrio, nonché alcuni Sindaci di altri Comuni.

Ecco l'elenco completo

ADAMOLI dr. PAOLO Medico pediatra
ALBERGHINI geom. GIOVANNI Dirigente
ANDREANI geom. ALBERTO Imprenditore
ANDREASSI prof. FERNANDO Medico primario
ANDRIGO rag. SERGIO Direttore di banca
ANTONIOLI dott. GABRIELE Bancario, storico
ARRIGONI prof. ANTONIO Primario ospedaliero
AZZALINI don AUGUSTO Parroco di Aprica
AZZOLA dr. GINO Medico
AZZOLA dr. MARCO Medico chirurgo
BARONI Paolo Dirigente scolastico
BARTESAGHI rag. RENATO Dirigente di banca
BASTANTE dr. GIUSEPPE Dentista
BATTAGLIA dr. SALVATORE Medico primario
BENETTI ing. FLAMINIO Libero professionista
BERTINI rag. FRANCESCO Direttore di banca
BERTINI dr. RINO Dentista
BIANCHINI Bianca Funzionaria Amministrazione Provinciale
BITTOLO BON dr. RENZO Dentista
BIZZO rag. AUGUSTO Consulente finanziario
BOLOGNINI avv. GABRIELE Libero professionista
BONAZZI rag. GIOVANNI Imprenditore tipografo
BONFADINI gen. ROMUALDO Esercito italiano
BONGIOVANNI dr. PIETRO Delegato assoc. invalidi
BONINI rag. ALBERTO Dirigente d’azienda
BONOMO avv. MARCO Libero professionista
BONOMO avv. SALVATORE Libero professionista
BORDONI ing. ALBERTO Libero professionista
BORDONI ing. GIAN MARIA Direttore IACP
BORGATTI rag. SIGISMONDO Direttore ACI
BORMETTI rag. PIER LUIGI Direttore di banca
BOYER prof. ANTONIO Preside istituto tecnico
BRANDIMARTE rag. LUIGI Dir. Ente del Turismo
BRESESTI Agnese Insegnante
BRUNELLA geom. GUERRINO Imprenditore edile
BURBI ing. MARIO Direttore Vizzola
CALVI prof. LORENZO Medico primario
CAMPODONI p.a. ADRIANO Dirigente regionale
CANETTA dott. NEMO Insegnante, scrittore
CANOVA prof. GIANFRANCO Medico primario
CANTON dr. ALESSANDRO Cons. scientifico
CARAMATTI avv. ELISEO Libero professionista
CARBONERA dr. ANDREA Funz. prefettura
CARBONERA dr. ANTONIO Medico
CARETTA dr. ANTERO Veterinario
CARINI ing. FRANCO Imprenditore
CARRARA avv. GIULIO Libero professionista
CARUGO dr. GIULIO Medico primario
CASLINI rag. FAUSTO Direttore di banca
CATELLANI dr. EDOARDO Imprenditore, Senatore
CATTANEO rag. RENZO Commerciante
CERRETTI ERNESTO Segretario comunale
CERRACCHIO Francesco Saverio
CECCONAMI Lorella Medico
CICCARONE dr. FRANCESCO Direttore INPS
CISI avv. FAUSTO Libero professionista
CISI geom. PIETRO Assicuratore
COLOMBERA p.i. ETTORE Imprenditore
COLOMBERA rag. LUCIANO Direttore di banca
CONFALONIERI prof. CORRADO Medico primario
CORBELLINI Augusta Insegnante
CORBO ing. LEONARDO Com. Vigili del Fuoco
COSSI Giuseppe Imprenditore
COTTICA dr. MARCO Commercialista
DALLA VALLE rag. EZIO Funzionario di banca
DALLA MOLLE dr. ALBERTO Direttore INPS
DASKAS ing. PIERRE Libero professionista
DASSOGNO dr. ALBERTO Commercialista
DELLA MORTE geom. Giuseppe Imprenditore
DELLA PONA Claudio Medico
DE MITRI prof. TOMMASO Primario ospedaliero
DE MOJANA dr. LANDOALDO Notaio
DE SANCTIS dr. GIORGIO Dirigente ENPAS
DEZZA dr. DONATO Medico
DIANI rag. SANDRO Direttore di banca
DOLCI dr. FRANCO Medico primario
DORDI p.i. EUDO Direttore tecnico SIP
ERBA ing. MARIO Libero professionista
FAGGI dr. ALDO Medico
FERRAZZI rag. GIUSEPPE Albergatore
FORNIZ dr. FRANCO Direttore Enologica
FRANZETTI p.i. MASSIMO Agente Turistico
FRATTA Marcella Insegnante
FRIGERIO comm. GIACOMO Industriale
FRIZZIERO cav. ALBERTO Direttore di giornale
FUMAGALLI cav. EUGENIO Commerciante
FUMAGALLI geom. ITALO Conc. auto OM
GABELLA dr. VITTORIO Isp. della Forestale
GARAVANO dr. GIOVENALE Impresario
GAVAZZI dr. ENNIO Funzionario di banca
GAVAZZI dr. GIUSEPPE Segretario BIM
GEROSA rag. MAURIZIO Funzionario di banca
GHISLANZONI dr. ENRICO Industriale
GIACCONI avv. CARLO FILIPPO Libero professionista
GIANCOLA dr. GIOVANNI Ufficiale sanitario
GIANNATTASIO dr. GIOVANNI Medico provinciale
GIUDICI rag. GINO Dirigente bancario
GIUGNI dr. ROBERTO Medico primario
GRIMALDI dr. ANTONIO Dentista
GRIMALDI dr. CARMINE Medico orrtopedico
GRITTI geom. GIONNI Imprenditore
GUADAGNINO dr. CARMELO Magistrato
GUALTERONI dr. GIOVANNI Direttore Onmi
GUALTIERI rag. GIOVANNI Direttore di banca
GUICCIARDI ing. GUISCARDO Ingegnere capo Provincia di Sondrio
INSALACO dr. ELIO Intendente di finanza
INTROINI p.e. CLAUDIO Direttore azienda enologica
LENATTI CESARE Albergatore
LEONE dr. AMEDEO Notaio
LEONE dr. MARCO Dentista
LONGATTI p.i. LUCIANO Direttore di manifattura
LUZZIETTI dr. GIORGIO Medico primario
MAINOLI prof. SANTINO Medico primario
MAO rag. ERNESTINO Direttore INAM
MARCASSOLI dott. CLAUDIO Psichiatra
MARCASSOLI prof. G. BATTISTA Preside di liceo
MARGIOTTA col. GUIDO Colonnello Guardia di finanza
MARIANI rag. MARIO Direttore di banca
MARSILI avv. ZOELLO Provveditore agli studi
MASPES arch. CARLO Libero professionista
MAZZELLA dr. VINCENZO Dentista
MELAZZINI rag. BRUNO Direttore di banca
MELAZZINI rag. PIERO Direttore di banca
MERIZZI ing. CORRADO (S.F.) Libero professionista
MESSINA prof. GIUSEPPE Provveditore agli studi
MOLTONI ing. MASSIMO Dirigente
MONTAGNA dr. GIOVANNI Ispettore capo Foreste
MONTEFORTE dr. MARIO Funzionario di banca
MORONI dr. MARIO Notaio
MORONI Ornella
MOTTA gen. GIUSEPPE Esercito italiano
MUTI ARMANDO Imprenditore turistico
NANI geom. RENZO Direttore di banca
NAVA rag. GIAMPIERO Assicuratore
NEGRI p.i. ARNALDO Imprenditore
NEGRI geom. ERMANNO Funzionario di banca
NEGRI rag. LUIGINO Dirigente bancario
NEGRI MARIO Scultore
NEGRI prof. MODESTO Medico primario
NERA comm. PIETRO Industria enologica
NERA p.a.e. STEFANO Enologo
NOBILE DE SANTIS dr. PASQUALE Magistrato
PAGANONI rag. FRANCO Dirigente di banca
PAINI dr. GIAMPAOLO Commercialista, Senatore
PALLADINI Massimo Architetto
PANELLA dr. MARIO Assicuratore
PARIBELLI dr. LORENZO Libero professionista
PARTESANA rag. EZIO Consigliere delegato
PATRIARCA prof. PIER LUIGI Medico pediatra
PATRIARCA geom. RICCARDO Impresario edile
PEDRAZZI geom. TULLIO Dirigente
PELFINI rag. GIOVANNI Ispettore bancario
PELIZZATTI GUIDO Industria enologica
PICCENI prof. SIMON PIETRO Dirigente scolastico
PISCOPO dr. ANTONIO Dir. ufficio del lavoro
POLITI dr. VINCENZO Segretario comunale
POLLINI ing. ROMEO Dirigente Enel
POLLIO dr. GIOVANNI Questore
PROH dr. VITTORIO Medico
PROVERA dr. FIORELLO Medico, Senatore
PRUNERI Cardelio Dirigente del settore agricoltura
PUNZO PAOLO Pittore
QUADRIO geom. CAMILLO Impresario edile
RAMPONI p.i. ATTILIO Industria grafica
REBAI geom. ENRICO Impresario edile
REDAELLI dr. GIANANTONIO Medico primario
RIATTI geom. ROMANO Imprenditore
RIGAMONTI PAOLO Impresario
RIGHI dott. CLAUDIO Medico
ROBUSTELLI DELLA CUNA Dott. MAURIZIO
RONCONI dr. CARLO Medico
ROSSI prof. ERMETE Medico primario
ROSSI TIBERIO Assicuratore
ROTA CANDIANI dr. FRANCO Commercialista
ROZZI dr. FRANCO Funzionario di banca
RUTTICO MAURO Dirigente d'azienda
SANNA dr. IGINO Veterinario provinciale
SANTAMBROGIO prof. CHERUBINO Medico primario
SCHIANTARELLI dr. BATTISTA Notaio
SCHIANTARELLI ing. GIOVANBATTISTA Libero professionista
SCHIANTARELLI dr. ROBERTO Commercialista
SCHENA avv. ANGELO Libero professionista
SEMERARO dr. RICCARDO Medico provinciale
SEMERIA Edoardo Dirigente di banca
SEMPLICI dr. SANTI Segretario CCIAA
SERTOLI SALIS prof. RENZO Docente universitario
SILVESTRI geom. MARCO Libero professionista
SILVESTRI Massimo Architetto
SNIDER dr. CLAUDIO Dirigente bancario in pensione
SOSIO dr. ALDO Commercialista
SPELZINI dr. PIERANTONIO Medico primario
STURANI dr. ERVINIO Dirigente regionale
TARABINI avv. GIUSEPPE Libero professionista
TELATTIN Pier Luigi
TESTORELLI rag. MARIO Commerciante
TIRINZONI arch. STEFANO Libero professionista
TORLASCO dr. ANGELO Funzionario di banca
TREMONTI dr. GIAN ANTONIO Farmacista
TUJA dr. TULLIO Geologo
TURCO ing. PAOLO Direttore Telecom
ULIVIERI rag. GIANNI Direttore di banca
VALCAMONICA rag. ROBERTO Direttore di banca
VACCARI ing. ALDO Ingegnere capo del Comune
VALLI FABIO Imprenditore turistico alberghiero
VENOSTA avv. FRANCESCO Libero professionista
VENOSTA avv. SAVERIO Libero professionista
VESCOVI ing. GIUSEPPE Funzionario Telecom
VIDO dr. LODOVICO Chimico
VISINI p.i. GUIDO Imprenditore
VITIELLO dr. LUIGI Medico, Direttore lab. d’igiene
VOLI ing. GIOVANNI Impresario
ZANOLI geom. GIULIO Impresario
ZUBIANI Claudio Ingegnere


Sponsor

Il Sondrio Host è stato Club Sponsor di altri 6 Clubs e di un Leo Club:
  • L.C Chiavenna (1957)
  • L.C Menaggio Centro Lago di Como (1959)
  • L.C Bormio (1971)
  • L.C Morbegno (1975)
  • L.C Tellino (1983)
  • L.C Sondrio Masegra (1992)
  • Leo Club Sondrio Abdua (2012)


Gemellaggi

  • Lions Club Oberengadin (Svizzera)
  • Lions Club Nazareth (Israele)