Service

Service

Il Lions Club Sondrio Host partecipa ai Services ai Services Internazionali, Multidistrettuali, Distrettuali e di Zona.
(LCIF Sight First, Scambi giovanili, Campo giovani Bormio, Cani guida, Libro parlato, golf trophy.)

Oltre ai Services periodici
Premio Sertolis Salis
Premio Lions d'Oro
elenchiamo i principali Services del Lions Club Sondrio Host dalla fondazione ad oggi.

1. Dono di due sculture lignee al Museo Civico - 1957/58
2. Dono alla biblioteca di raccolta di foto di Valtellina - 1958/59
3. Dono di una culla termostatica all'Ospedale - 1959/60
4. Costituzione di un canile per cani guida - 1960/63
5. Borse di studio per scuole medie superiori ed inferiori - 1963/67
6. Addestramento cani da soccorso per valanghe - 1965/66
7. Contributo in denaro per restauro di due chiesette in Valtellina - 1967/69
8. Consegna di bandiere e carte geografiche alle scuole elementari - 1969/70
9. Realizzazione e gestione dei centro miodistrofici - 19691/70
10. Costituzione di un "depistage" neonatale - 1970/71
11. Pagamento delle prestazioni alla fisioterapista addetta al Centro per miodistrofici - 19701/74
12. Donazione dell'attrezzatura della palestra per miodistrofici all'Ospedale Civile di Sondrio - 1974/75
13. Borsa di studio Lion Giovanni Gualteroni - 1976
14. Restauro della Cappelletta della Pentecoste - 1977/80
15 Concorso in denaro per i terremotati dell'Irpinia - 1980/81
16. Dono di due televisori alla Casa di riposo - 1980/81
17. Partecipazione al service distrettuale "Tresenda" - 1984/85
18. Dono di un colposcopio alla Lega Tumori - 1986
19. Dotazione di un fuoristrada al Soccorso Alpino - 1985/86
20. Partecipazione al service distrettuale "Calamità in Valtellina" - 1987
21. Realizzazione del Telesoccorso per anziani - 1986/89
22. Compietamento del Telesoccorso per anziani - 1988/89
23. Restauro di una tela cinquecentesca - 1988/89
24. Borsa di studio Lion Saverio Venosta - 1988/89
25. Partecipazione al service distrettuale "Centro sociale Valdisotto" - 1989
26. Consegna dei cane guida Desy a Lina Colombi - 1989/90
27. Organizzazione dei dibattito sui rifiuti urbani - 1990
28. Tavoia rotonda sui professionisti in provincia - 1990
29. Restauro di tre quadri in Collegiata - 1990/91
30. Attuazione de "La prevenzione delle malattie cardiovascolari" - 1990/91
31. Realizzazione della guida "il Filo Rosso" - 1990/91
32. Organizzazione dell'incontro "Sicurezza in Valtellina" - 1991
33. Partecipazione al service zonale "Piccola Opera" - 1990/93
34. Partecipazione al service "Campo Italia Giovani" - 1992/93
35. Partecipazione alla campagna mondiale sulla "cecità" - 1992/94
36. Partecipazione all'incontro zonale "emergenza elettrica" - 1992
37. Concorso letterario Renzo Sertoli Salis - 1994/95
38. Borsa di studio Lion Elio lnsalaco - 1994/95
39. Partecipazione al service zonale pro-alluvionati Piemonte - 1994/95
40. Restauro della Cappelletta "Madonna dell'Annunziata" - 1994/96
41  Realizzazione e organizzazione della prima visione del film cortometraggio del regista valtellinese esordiente Vittorio Moroni - 1996/97 e 1997/98
42. Edizione del volume illustrato sulla Cappella dell'Annunziata - 1997/98 e 1998/99
43. Organizzazione del Concorso letterario Renzo Sertoli Salis - 1997/98
44. Partecipazione al service pro terremotati Umbria e Marche – 1997/98
45. Partecipazione al service pro alluvionati Campania – 1997/98
46. Concerto di Natale con Circolo Musicale di Sondrio – 1998/99
47. Teatro: Moni Ovadia – 1998/99
48. Partecipazione al restauro quadro del Ligari e cornice – 1998/99
49. Adozione a distanza 12 bambini – 1999/2000
50. Sostegno Amici della Musica di Sondalo – 1999/2000
51. Sostegno Circolo Musicale di Sondrio – 2000/2001
52. Segnaletica al Castello Grumello del FAI – 2000/2001
53. Sostegno a Padre Hugo De Censi, Lions d’Oro 2002, per “Mato Grosso” – 2001/2002
54. Sostegno all’Associazione del Libro Parlato – 2002/2003
55. Partecipazione al service pro-alluvionati Valsassina - 2002/2003
56. Sostegno alla Piccola Opera di Traona – 2003/2004
57. Gemellaggio con Lions Club Nazareth - 2003/2004
58. Concorso “In cucina con fantasia – Avv. Italo Bolognini” (50% e 50% socio G. Bolognini) 2003/2004
59. Partecipazione al service “Emergenza maremoto” con due barche - 2004/2005
60. Sostegno ad iniziative pro Isole Salomon - 2004/2005.
61 Restauro lunetta sulla facciata della Collegiata di Sondrio – 2005/2006
62. Volume “Premio Renzo Sertoli Salis” - 2005/2006
63. Volume del Cinquantennale - 2005/2006
64. Isole Salomon 2006/2007
65. CAI- Stufa per rifugio Marinelli 2007/2008
66. Volume del Santualrio della Parrocchia di Primolo 2007/2008
67. Contributo per Sao Mateus 2008/2009
68. Terremoto in Abruzzo 2008/2009
69. Terremoto Haiti 2009/2010
70. Contributo per Sao Mateus 2009/2010
71. Restuaro Chiesa di Teregua 2009/2010
72. Matogrosso: "sostegno attività varie, parte in Perù, parte in Bolivia"  2009/2010
73. Alluvione Pakistan 2010/2011
74. Istruzione bambini Askole, Pakistan 2010/2011
75. Alomar, Project for people 2010/2011
76. Volume Madonne vestite 2011/2012
77. Terremoto Giappone 2011/2012
78. Restauro tele Chiesa di Nigola 2011/2012
79. Alluvione Cinque Terre 2011/2012

SERVICES Lions Club Sondrio Host  Anno Sociale 2013-2014: 

Services Distrettuali  e Interdistrettuali:   

Donazioni:  alla Fondazione LCIF  pro Melvin Jones Fellow al  socio fondatore Lions Merizzi, Libro Parlato, Cani Guida, SO-San,
I giovani e la sicurezza Stradale
Attuazione: Raccolta occhiali usati, Un Poster per la Pace

Services  Zonali:

Donazioni a: Alluvionati Sardegna, Contributo per Services: Abuso sui minori  

Services locali:  

Donazioni a: Istituto Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, Associazione “A Danca Da la Vida”  di Sao Matteus, S. Messa in suffragio  defunti lions,
Alla Società “La Gatta”per Services in comune, Al CID Sondrio   (Services culturale)
Contributo per: Campo Giovani Valtellina di Bormio, Concorso letterario Renzo Sertori Salis
Attuazione: Screening visivo, Lion Day   distrettuale
Assegnazione  Lions d’Oro anno 2014.   


A questi services principali vanno aggiunti gli interventi ricorrenti per molteplici iniziative. Di grande rilievo oltre al già citato Concorso nazionale di poesia “Renzo Sertoli Salis” il sostegno agli scambi giovanili e al Campo Giovani di Bormio (da notare che i nostri giovani ospitati dai soci Lions di molti Paesi del mondo, anche lontanissimi, sono perloppiù figli non di soci Lions). Significativi il sostegno al Libro Parlato, al service Lions Cani-guida per ciechi, al Tennis Trophy, ai services zonali (in particolare per borse di studio), distrettuali e nazionali. Sono da aggiungere molteplici interventi e iniziative non ricorrenti.

Salvata la vista a milioni di persone
Adesso l'operazione Sight-First 2



Il Lions é la più grande associazione di servizio nel mondo. Fondata nel 1917 negli Stati Uniti, è presente in oltre 170 paesi e conta circa un milione e mezzo di associati, 46687 in Italia, 2447 nel nostro Distretto, 237 nella zona che coincide con la provincia di Sondrio.
In Italia è attiva dal 1951.
Innumerevoli i "services", vale a dire gli interventi a favore della comunità, da quella internazionale a quelle nazionali, distrettuali e locali.
Un esempio per tutti: l’operazione Sight First, partita una decina d’anni fa per salvare la vista a 10 milioni di persone nel mondo con l’impegno dei lions di oltre 170 Paesi. Poteva sembrare un obiettivo ambizioso, quasi utopistico, e invece si sta constatando che i risultati sono andati e stanno andando ben, ben oltre, obiettivi e speranze.
I centocinquanta milioni di dollari raccolti, hanno sin qui consentito di sottoporre a visita oftalmica sette milioni di persone in India, Pakistan, Kenya e numerosi altri paesi dell'America centrale e di effettuare settecentomila interventi di cataratta. L’azione umanitaria si è estesa, d’intesa con le Autorità Governative, persino nella Cina Popolare!
Grazie ai finanziamenti Sight First della LCIF sono state eseguite sino ad ora più di 2,2 milioni di operazioni di cataratta che hanno permesso il recupero della vista, e migliaia di operatori del personale oftalmico sono stati istruiti per servire in Nazioni dove la difficoltà di accedere ad adeguate cure oculistiche ha portato milioni di soggetti a una perdita della vista che poteva essere evitata. In più, i lions stanno estendendo la portata del loro attacco alla cecità da fiume in Nazioni dell'Africa e dell'America Latina nell'ambito dell'iniziativa SightFirst Lions/Carter Center, che sta rivestendo un ruolo importante anche nel campo della lotta al tracoma. Siamo fiduciosi che queste due gravi malattie della vista saranno definitivamente eliminate.
In tutto, 437 progetti singoli SightFirst sono stati realizzati in 74 Paesi, con 92,6 milioni di dollari erogati in sovvenzioni SightFirst/LCIF per permettere ai lions di portare avanti queste attività umanitarie. L'azione svolta dai lions, in collaborazione con altre organizzazioni non governative, è di vasta portata. In aggiunta al nostro impegno di eliminare la cataratta e la cecità da fiume, SightFirst sta individuando il tracoma nelle aree povere del mondo, grazie anche alla collaborazione con il Carter Center, e nei Paesi sviluppati il nostro Programma LEHP si sta concentrando nell'identificare i soggetti più esposti ai disturbi della vista causati da diabete e glaucoma. I finanziamenti SightFirst sono stati utilizzati per la costruzione o il miglioramento di 68 tra ospedali e cliniche in aree dove l'accesso a cure oculistiche sostenibili era uno tra i principali problemi riguardanti la salute pubblica.
Una tra le nostre maggiori attività di conservazione della vista sta avendo luogo in Cina, per mezzo del SightFirst Action Plan. Con un impegno di 15,3 milioni di dollari.
Nel corso dei primi due anni del progetto sono stati effettuati 910.000 interventi di cataratta e 92 squadre di oculisti hanno visitato le regioni più remote di quell'immenso Paese. In più, 2.380 oftalmologi e 2.491 paramedici hanno potuto partecipare a corsi di aggiornamento integrativi. Un totale di 36 ospedali provinciali e cittadini sono ora equipaggiati con unità a pieno regime ed è stato costruito un nuovo gruppo manifatturiero per fabbricare lenti intraoculari e ridurre così i costi degli interventi di cataratta. Questo è un progresso attuato nel più alto spirito della missione umanitaria di SightFirst.

UN CASO EMBLEMATICO:
200.000 OPERAZIONI IN UN ANNO

Dei previsti 45 milioni di non vedenti del mondo, più di 20 milioni sono ciechi a causa della cataratta che non è stata rimossa. Questo enorme numero di non vedenti, che sono tali senza nessuna ragione di esserlo, è tragico perché le operazioni di cataratta possono essere fatte senza spesa, in grandi quantità e con una tecnologia che è ampiamente a disposizione.
Si pensi che nello "Aravind Eye Hospital" nell’India del sud, di gran lunga il più produttivo ospedale oftalmico del mondo, vengono ora realizzate annualmente circa 200.000 operazioni di cataratta. E il sistema usato, ripreso in altri ospedali, sta velocizzando notevolmente il programma di interventi.

Finalità del Lionismo

Questi services vengono dal perseguimento delle finalità:

Le finalità del Lionismo

Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo.
Promuovere princìpi di buon governo e di buona cittadinanza.
Unire i Club con i vincoli dell'amicizia e della reciproca comprensione.
Stabilire una sede per la libera ed aperta discussione di tutti gli argomenti di interesse pubblico, con la sola eccezione della politica di parte e del settarismo confessionale.
Incoraggiare le persone che si dedicano al servizio a migliorare la loro comunità senza scopo di lucro e a promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale nel commercio, nell'industria, nelle professioni, negli incarichi pubblici ed anche nel comportamento in privato.
Le regole di comportamento attuano queste finalità:

Codice dell'Etica Lionistica

Dimostrare con l'eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al servizio.
Perseguire il successo, domandare le giuste retribuzioni e conseguire i giusti profitti senza pregiudicare la dignità e l'onore con atti sleali ed azioni meno che corrette.
Ricordare che nello svolgere la propria attività non si deve danneggiare quella degli altri: essere leali con tutti, sinceri con se stessi.
Affrontare con spirito di altruismo ogni dubbio o pretesa nei confronti di altri e se necessario risolverlo anche contro il proprio interesse.
Considerare l'amicizia come fine e non come mezzo, nella convinzione che la vera amicizia non esiste per i vantaggi che può offrire, ma per accettare nei benefici lo spirito che li anima.
Aver sempre presenti i doveri di cittadino verso la Patria, lo Stato, la comunità nella quale ciascuno vive; prestare loro con lealtà sentimenti, opere, lavoro, tempo e denaro.
Essere solidale con il prossimo mediante l'aiuto ai deboli, i soccorsi ai bisognosi, la simpatia ai sofferenti.
Essere cauto nella critica, generoso nella lode, sempre mirando a costruire e non a distruggere.