29/06/2018
SCAMBIO DELLE CARICHE (Ristorante “Sette Archi” – Chiuro)

Come da tradizione l’ultimo meeting è quello dedicato allo scambio delle cariche. Abitualmente ci si ritrovava all’Aprica, con la Messa celebrata da Don Augusto Azzalini per ricordare l’annata appena trascorsa e tutti i soci che, nel corso degli anni, ci hanno lasciato, per poi trasferirci, per la cena, dapprima presso l’Hotel Ferrazzi, del nostro compianto Socio “Popi”, successivamente presso il ristorante del nostro Socio Armando Muti.

Quest’anno, invece che all’Aprica, ci si è trovati nella Chiesa parrocchiale di Chiuro, dove Don Augusto Azzalini ha celebrato la Messa, ricordando i Soci defunti e porgendo i migliori auguri ai soci di nome Paolo e Pietro, vista la coincidenza con la festa dedicata a questi due grandi Santi.

La cena, tutta a base di pesce (anche questo secondo tradizione), è stata assaporata presso il vicino ristorante “Sette Archi” ed al termine si è passati aslla cerimonia dello scambio delle cariche del nostro Club. Il Presidente uscente, Pierluigi Telattin, ha consegnato il martelletto di legno utilizzato per dare il tocco di campana, come segno di inizio e fine di ogni riunione, al presidente entrante Marcella Fratta.

Il neo presidente, dopo aver ringraziato Telattin per l’attività da lui svolta in questa annata lionistica e dopo avergli consegnato il “martelletto ricordo” ed un volume su Picasso, ha presentato il suo programma, dicendosi onorata di guidare il club per l’annata 2018-2019 e confidando nella collaborazione del consiglio direttivo e di tutti i soci in un costruttivo lavoro di squadra.

Marcella Fratta ha ricordato che il lavoro a livello locale sarà impostato non solo in base alle esigenze del nostro territorio ma sarà anche ispirato dalle direttive indicate a livello nazionale dal Congresso appena svoltosi a Bari nei giorni dal 25 al 27 maggio, dove si è deciso di identificare come “Tema di Studio Nazionale” 2018/2019 quello dei “Disturbi comportamentali dell’alimentazione” (anoressia, bulimia...) e, come service nazionale, quello della difficoltà di “Essere genitori oggi”.

Il Club continuerà a sostenere i service “Sight for kids” (lo screening visivo dell’infanzia) e il “Libro Parlato”, che fornisce ai non vedenti e a chi ha problemi di lettura un’enorme quantità di audiolibri. Sarà importante anche soffermarsi su problematiche conseguenti all’“emergenza lavoro”, come la ludopatia, il sovra indebitamento e l’usura.

Marcella ha ricordato anche alcuni tra i service più significativi a livello internazionale, quale quello a favore dei bambini bisognosi del Burkina Faso, dove i Lions sono attivi da 14 anni. Grazie a un milione di euro raccolti, sono stati resi operativi 33 pozzi, 24 scuole, 10 orti scolastici e 20.000 bambini sono stati strappati all’analfabetismo. Ci sono poi studi sulle malattie rare e le malattie killer dei bambini, in particolare il morbillo e il diabete.

Il Presidente entrante ha concluso invitando ad un impegno forte nell’ottica di una cittadinanza attiva umanitaria proponendo come motto della sua annata “insieme si serve meglio”.

Al termine del suo discorso è stato ricordato che il prossimo 14 luglio ci si ritroverà al Rifugio dei Forni, in Alta Valtellina, per festeggiare, insieme ai soci del Panathlon Club e ai ragazzi del Campo Giovani coordinato da Alfredo Cantoni, gli 80 anni di Don Augusto Azzalini, che celebrerà la Santa Messa nella cappelletta che si trova nei pressi del Rifugio, distrutta da una valanga e ricostruita nel 2004 per l’impegno dei valtellinesi che avevano partecipato al giubileo della conquista del K2, primo fra tutti, Marco Confortola, che sarà presente con noi, insieme al Direttore del Parco Nazionale dello Stelvio, dr. Alessandro Meinardi.

Marcella Fratta e Angelo Schena