29/10/2016
VISITA DEL GOVERNATORE DEL 29 OTTOBRE 2016 (Grand Hotel della Posta)

Il Governatore del Distretto 108 IB1 dell’anno lionistico 2016/2017, Carlo Massironi del L.C. Rescaldina Sempione, ha fatto visita al nostro Club, al L.C. Sondrio Masegra, con il Club Satellite Montagna in Valtellina-Grumello, ed al L.C. Valtellina Riders, il 29/10/2016 presso il Grand Hotel Della Posta.

Erano presenti anche il Presidente di Circoscrizione, Ruggero Belluzzo, ed il Presidente di Zona, Saverio Fedato.

Dopo gli incontri con i Consigli Direttivi dei quattro Club, avvenuti nella splendida stua del piano interrato dell’albergo, nel corso dei quali sono state affrontate le varie problematiche dei Club ed illustrati i service realizzati o in corso di realizzazione, la visita è proseguita nella raffinata sala da pranzo.

Si è iniziato con gli inni nazionali (americano, europeo e italiano), quindi un ricordo del nostro Socio Rino Bertini, tragicamente scomparso a metà settembre, ad opera del Presidente Massimo Moltoni, cui sono seguiti i suoi saluti e quelli del Presidente del L.C. Masegra, Norberto Gualteroni (Past Governatore), del Presidente del Satellite, Alda Ronchetti, e di Gabriella Ricetti per i Riders.

Tra una portata e l’altra il Governatore ha consegnato il riconoscimento al nostro socio fondatore Corrado Merizzi per la sua appartenenza al Club da 60 anni e a numerosi altri Soci, sia dell’Host che del Masegra, per la loro attività decennale, ventennale o trentennale.

Al termine della cena, dopo i saluti di Belluzzo e Fedato, il Governatore ha preso la parola, ricordando innanzitutto che l’anno prossimo ricorrerà il centenario della fondazione del Lions Club International, avvenuta nel 1917 ad opera di Melvin Jones, ed ha invitato i Club a cercare di indirizzare i service nei quattro ambiti tematici scelti a livello internazionale: l’ambiente, i giovani, la fame nel mondo e la vista.

Ha posto l’accento sulla centralità dei Club e, soprattutto, dei Soci che, attualmente, nel mondo sono poco meno di 1.400.000. Uno degli obiettivi dell’anno del centenario è quello di riuscire ad aumentare i Soci per cercare di superare il record di qualche anno fa, andando così oltre la cifra di 1.425.000.

Il calo dei Soci del Club è un fenomeno che si sta manifestando da qualche anno ed anche l’Italia, purtroppo, sta seguendo questo trend: da poco più di 50.000 soci nel 2007 si è passati, in questi anni di crisi, a poco meno di 41.000 nel 2015, con una perdita costante di circa 1.000 soci all’anno.

Il nostro Distretto, peraltro, si distingue per un andamento in controtendenza, visto che i soci sono sempre stati attestati tra i 2.400 e i 2.500, su una popolazione di circa 3.500.000 di abitanti. I Club del Distretto sono 81, ma al termine di questa annata dovrebbero salire a 83 per la costituzione di un nuovo Club a Lissone e di un Leo Club a Verbania, oltre a 3 Club Satellite e a 2/3 Club Cuccioli, un nuovo club che ha la funzione di far socializzare i figli o i nipoti di Soci.

Ha aggiunto che il rapporto Uomini/Donne tra i Soci sta migliorando, attestandosi in percentuali dell’80% (uomini) e 20% (donne). Si è augurato che questo rapporto migliori ulteriormente a favore delle donne, attesa la loro passione e dedizione all’interno del Lions e l’intensa attività che in genere svolgono.

Ha ancora ricordato l’impegno dei Lions a favore delle popolazioni delle Marche e del Lazio colpite dal recente, tremendo terremoto, spiegando che si può contribuire sia versando fondi al Distretto, sia agendo con iniziative autonome. Anche LCIF interverrà con un sostanzioso contributo a favore di tali popolazioni.

Da ultimo, complimentandosi per l’intensa attività svolta dai nostri Club, ha ricordato che nel 2017 il Lions Day verrà celebrato il 9 aprile su base circoscrizionale.

Subito dopo lo scambio dei guidoncini, il consueto tocco di campana ha chiuso la serata con i Soci che, prima di allontanarsi hanno posto la loro firma sul “lenzuolo” del centenario, sul quale campeggia, in grande, il logo del Lions Club International.

******

Nel corso dell’incontro col Governatore il nostro Presidente ha segnalato che nel Consiglio Direttivo, rilevato che la presenza dei soci ai meeting si aggira intorno al 50%, è nata l’idea di proporre la fusione con il L.C. Masegra che ci consentirebbe di organizzare serate con una maggiora presenza di Soci e di contare su risorse economiche maggiori per realizzare service più significativi.

Il Governatore, ricordando che la media attuale dei Soci dei Club italiani è di 31 unità e che in passato vi è già stata una fusione di due club a Busto Arsizio, ha risposto non dichiarandosi né favorevole né contrario all’ipotesi di fusione, ma suggerendo di ponderare bene la scelta che ha, sicuramente, gli aspetti positivi evidenziati dal Presidente, ma ha anche delle ricadute negative.


Sarà opportuno pensare a questa possibilità, confrontandoci con il L.C. Masegra ed i Consigli Direttivi e le Assemblee dei due Club dovranno affrontare con serenità, ponderazione e avvedutezza questa ipotesi, sempre mirando all’interesse del Lions e, soprattutto, al raggiungimento degli scopi che sono propri della nostra grande associazione.

Angelo Schena