28/06/2017
SCAMBIO CARICHE (Ristorante Thomas di Aprica)

Dopo due anni di “onorato” e “onorevole” servizio, Massimo Moltoni lascia la Presidenza del nostro Club per passare la mano al Socio Pierluigi Telattin.

La “cerimonia” di passaggio delle consegne, come da tradizione, si è tenuta presso il ristorante “Thomas” del Socio Armando Muti, preceduta dalla Santa Messa per ricordare tutti i Soci che ci hanno lasciato, celebrata dal Socio Don Augusto Azzalini che, come ogni anno, rappresenta la nostra voce spirituale, quello che sa sempre darci i giusti indirizzi per realizzare al meglio i nostri service a favore della comunità.

Dopo l’altrettanto tradizionale cena a base di pesce, Massimo Moltoni ha voluto ricordare l’intensa attività svolta nel corso dell’annata lionistica, sia per i service realizzati, sia per le numerose, interessanti e stimolanti serate trascorse in compagnia di ottimi relatori, che hanno spaziato nei più svariati campi, riuscendo in tal modo ad approfondire le nostre conoscenze o a farci scoprire nuovi mondi o nuovi tesori dell’arte o della letteratura.

Moltoni ha voluto altresì ringraziare tutti i Soci ed in particolare i consiglieri del direttivo per l’aiuto e la collaborazione che gli hanno prestato in questi due anni di presidenza, sottolineando che, per un presidente, è di fondamentale importanza poter contare sull’appoggio e il sostegno di tutti.

Al termine della sua relazione ha passato lo stemma di Presidente a Pierluigi Telattin che, ringraziato in primis Moltoni per l’impegno profuso in questi due anni a favore del Club, ha dichiarato che metterà tutta la sua passione e tutte le sue conoscenze per guidare al meglio il Club in questa annata di sua presidenza, augurandosi che altrettanto impegno ed altrettanta collaborazione venga a lui riservata dai Soci e dai consiglieri, per riuscire, insieme, a portare a termine, nel migliore dei modi, l’impegnativo compito che si trova a dover affrontare.

Ha quindi consegnato a Moltoni il martelletto con inciso il suo nome e le annate lionistiche di sua presidenza, mentre, per la prima volta, ha concluso la serata con un colpo di martelletto sulla campana che ora appartiene a lui, quale presidente pro-tempore.


Ci si è lasciati con un brindisi all’annata appena trascorsa ed a quella che sta per cominciare e con l’augurio che le ormai imminenti ferie possano costituire un periodo di riposo e di rigenerazione per poter affrontare con rinnovate energie e con rinnovata passione le attività del Club che ci aspetteranno nell’anno che sta per iniziare.

Angelo Schena