2004 Francesco Mazzoni

(Firenze, 1925). Figlio di Carlo Mazzoni e di Giuseppina Rajna, figlia dell’astronomo Michele Rajna e nipote di Pio Rajna, l’illustre valtellinese che ha donato alla città di Sondrio la propria biblioteca. E’ laureato in filologia romanza a Firenze nel 1952 con una tesi sulla critica dantesca del secolo XIV. Ha iniziato la carriera accademica presso l’università di Firenze come bibliotecario della Società Dantesca Italiana, divenendo successivamente assistente di Filologia romanza, libero docente di Filologia Dantesca, incaricato di Filologia romanza, incaricato di Filologia Dantesca, coronando la carriera nel 1967 come professore ordinario di Filologia dantesca, cattedra tenuta fino al 2001.
E’ accademico emerito dell’Accademia della Crusca, accademico segretario dell’Accademia Toscana di scienze e lettere “La Colombaria”. Già presidente, fino al 2001, dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, già presidente e tuttora presidente onorario dell’Unione Fiorentina. Dal 1968 è Presidente della Società Dantesca Italiana. Premio Feltrinelli per la filologia e linguistica dall'Accademia Nazionale dei Lincei e medaglia d’oro al merito del Ministero della Pubblica Istruzione. Autore di 172 pubblicazioni dedicate a Dante; ha redatto la voce Alighieri Dante dell'Enciclopedia Britannica e le voci dantesche dell’Enciclopedie “Le Muse” nonché le voci relative ai commentatori trecenteschi nell’Enciclopedia dantesca. E’ sempre rimasto legato alla sua Valtellina e in modo particolare alla sua Teglio.