17/12/2016
FESTA DEGLI AUGURI (Ristorante Campelli di Albosaggia)

Come al solito la festa per scambiarci gli auguri di Natale rappresenta un momento di serenità, pace, tranquillità, determinata anche da quel clima di attesa del giorno della natività che ci prende un po’ tutti, uomini e donne, grandi e piccoli, credenti e non credenti.

Questo periodo viene vissuto con un’altra predisposizione d’animo, specialmente quando viene impreziosito da una bella nevicata (ahimè che non ci ricordiamo più da tempo) che rende il paesaggio ovattato, creando quel silenzio che ti entra nel profondo e ti trasmette solo pensieri buoni.

Bene, proprio questo è il clima che aleggiava al ristorante Campelli di Albosaggia il 17 dicembre 2016 in occasione della festa che il nostro Club ha condiviso con gli amici del L.C. Masegra.

Diverse le autorità lionistiche presenti, fra cui spiccavano ben due past-governatori, Letizia Ongaro e Norberto Gualteroni, e il past cerimoniere distrettuale Elia Bollandrini.

Tutti si sono avvicendati al microfono per porgere i migliori auguri non solo di Buon Natale, ma anche per un felice ed intenso 2017, anno importantissimo per il Lions Club International, posto che festeggeremo i cento anni da quando, nel 1917, Melvin Jones ebbe la felice intuizione di creare questo Club al servizio delle persone più bisognose, per dare conforto a chi soffre di malattie o muore di fame, per cercare, insomma, in quella sana sussidiarietà e solidarietà, di cercare di fare qualcosa per migliorare questo mondo e per andare incontro ai bisogni di chi soffre o di chi viene colpito da una calamità (vedasi il terribile terremoto di quest’anno nel centro Italia) o di chi è stato meno fortunato di noi.

Quale miglior modo per scambiarci gli auguri se non quello di mangiare una fetta di panettone, di brindare con un buon spumante, ascoltando dell’ottima musica?

Così è stato, per cui, al termine della cena, ci siamo ritrovati nella sala dell’albergo per numerosi cin-cin ascoltando il canto soave di Cecilia Rizzi, accompagnata al pianoforte dallo straordinario Chicco Cotelli.

All’uscita non cadevano i fiocchi di neve che avrebbero dato quel tocco di magia alla nostra serata. Peccato, speriamo che ciò possa accadere l’anno prossimo.


Auguri a tutti i soci anche da parte mia sia per il Natale, sia per questo anno straordinario che ci attende.

Angelo Schena